10. Bevile alla mia salute

Poco prima di raggiungere l’hotel, Mr Brown mi allungò una mancia di 5 sterline, invitandomi a berle alla sua salute. Mi chiese, poi, se il sabato entrante avevo voglia di accompagnarlo a fare una gita sul Teide. Gli risposi che gli avrei fatto sapere.
“Non ci sono problemi: la gita è organizzata dall'albergo e noi clienti, per prenotare, abbiamo tempo fino a domani sera… Ma, forse, tu sei già salito sul vulcano e non ti va di tornarci!”
“No, per la verità no!”
“Bene! Se sei libero, ti consiglio di venire: il Teide è assolutamente da vedere!”
“Entro domani mattina ti lascio un messaggio in reception con la risposta”
“Ci conto!” e informatomi che andava a cambiarsi per la cena, mi salutò.

Appena solo, mi recai nell'ufficio del mio responsabile e gli chiesi come dovevo comportarmi con un cliente che mi proponeva di accompagnarlo in una gita organizzata dall'albergo. 
Il capo mi consigliò di accettare l’invito e aggiunse che, se il cliente avesse fatto degli acquisti nei negozi in cui ci saremmo fermati durante l’escursione, a me sarebbe toccata la solita percentuale. 
Mi consegnò la “tessera sconti” che avrei dovuto mostrare alle casse dei negozi per farmi riconoscere e mi congedò. 
Tornato nella reception, scrissi un breve messaggio per Mr Brown con il quale accettavo l’invito.
Infine, mi spostai nella zona piscine e mi feci offrire da bere da un cliente.