30. Tre giovani maschi


Si decise di sospendere la riunione per permettere al professore, all’astronoma e al capitano di riordinare le idee.
Io, Friedrich e Paul iniziammo a fare commenti su quello che si era detto fino a qualche istante prima.
Ero distratto e seguivo a stento quello che ci dicevamo: ero quasi stordito dalla corrente erotica che avvertivo passare tra i nostri corpi. Eravamo tre giovani maschi che, nel caldo dell’estate, parlano di un argomento a caso mentre nei loro corpi gli ormoni premono per schizzare fuori.

Quasi senza accorgercene (?) ci ritrovammo in cabina.
A fare la prima mossa fu Friedrich che prima baciò me e poi Paul. 
Ebbi i brividi: stava per succedere. Stavamo per fare l’amore. Ero pronto per una simile esperienza o, in fondo, ero ancora uno studentello pieno di timori?
Friedrich mi baciò di nuovo e molto più a lungo, mentre Paul iniziò ad accarezzarmi e leccarmi il culo. 
I miei timori iniziarono a lasciare gradatamente il posto alle sensazioni di piacere puro che mi invadevano a ritmi sempre più ravvicinati.
Quando fui completamente rilassato, Paul e Friedrich fecero a turno ciò che vollero, usando il mio corpo come ponte tra i loro.
Fu meraviglioso. Semplicemente meraviglioso.