39. L’ultima email


Caro Danilo,
grazie, grazie di cuore per aver reso nota la nostra storia.
Erano anni che ci speravo: prendevo contatti con giornalisti di varie nazionalità che si dicevano disposti ad approfondire, ma non se ne è fatto mai nulla.
Poi, all’improvviso, l’anno scorso tu hai risposto.
Grazie. Non smetterò di ripeterlo. Grazie.

Ovviamente come è andata a finire lo sai già e, non avendo mai sentito l’intera storia prima d’ora, lo sanno anche i tuoi lettori: abbiamo deciso di non rischiare.
Perdonateci tutti, ma non abbiamo avuto le palle di rischiare di essere presi per pazzi e abbiamo deciso di lasciar perdere. Succedesse quel che doveva succedere…
Ognuno di noi è tornato alle proprie vite.
Il professore al suo museo; l’astronoma all’Osservatorio dove tutti hanno fatto finta che nulla fosse successo; il capitano, Paul e Friedrich al loro lavoro pericoloso e segreto.
Io mi sono laureato. Ho un lavoro che non mi piace. Sono in cerca dell’amore. Ci credo ancora.

L’assassino di Mr Brown non è stato trovato, per il semplice motivo che nessuno l’ha più cercato.
La profezia dei Maja non si è ancora realizzata e gli alieni sono lì fuori.
Arriveranno e ci troveranno del tutto impreparati.